MATHESIS ROMANA

MATHESIS-Società Italiana di Scienze Matematiche e Fisiche- Sezione di ROMA

Il Premio Rizzi 2016

liguori

Nel corso del Convegno Nazionale, tenutosi a Roma   il 27  gennaio u.s., si è svolta  la cerimonia di premiazione dei vincitori della X edizione del Premio Rizzi .

La sezione di Roma ha avuto  l’ opportunità  di  partecipare a  una delle iniziative più significative della Mathesis, nell’ambito della divulgazione e dell’insegnamento della matematica,  ma ha anche colto l’occasione per ricordare Bruno Rizzi insieme a coloro che  hanno  avuto  modo di conoscerlo più da vicino.

Per comprendere motivi che hanno ispirato l’istituzione del premio, vorrei riportare  alcune riflessioni dello stesso  Rizzi, tratte  dal numero speciale del PdM,  edito nel 1995  in occasione dei “1oo anni della Mathesis”(Si tratta dell’ultimo contributo, prima della sua  prematura scomparsa, avvenuta il 6 ottobre dello stesso anno, come osserva  anche Emilio Ambrisi nel volume “ I 120 anni della Mathesis” )

Il brano seguente , possiamo dire, sintetizza  le finalità della nostra Associazione : valorizzazione e potenziamento dello studio della matematica, attenzione alle esigenze  dei docenti  nella didattica e nella formazione , scambio e condivisione delle esperienze       LEGGI TUTTO

 

 

Advertisements

2 commenti su “Il Premio Rizzi 2016

  1. Silvana Bornoroni
    8 febbraio 2017

    sono convinta che sia interessante valorizzare il premio “Rizzi” a livello di formazione (autoformazione per chi aderisce e formazione per chi condivide), per i motivi che sintetizzo:
    • il tema del premio mira ad affrontare e/o condividere un modo diverso di fare matematica (diversamente, resterebbe appannaggio del singolo docente) a livello di creatività, approfondimenti, intuizioni, riflessioni, collegamenti su temi noti e non. La realizzazione formale della proposta, dovendo rispettare standard fissati, comporta competenze trasversali e stimola, in chi legge, comportamenti emulativi.
    • la raccolta dei lavori presentati per ogni tema nei vari anni può fornire una preziosa banca dati per individuare nuove strategie metodologiche di elaborazione di percorsi vecchi e nuovi aprendo scenari diversi da quelli proposti nei libri di testo
    La mia partecipazione al Concorso, tanti anni fa, con una terza classe nell’ambito dell’Area di Progetto [l’argomento era Pitagora, il Presidente Mathesis Laforgia], conferma l’autoformazione che ne è derivata e l’importanza della competizione a livello studenti. Gli alunni si sono impegnati appassionandosi in modo insperato e l’idea di partecipare ad una gara ha contribuito molto (non hanno vinto la gara, ma sono stati menzionati per il buon lavoro). La motivazione del gruppo ha comportato un atteggiamento irreprensibile in classe e la possibilità di affrontare, anticipare e approfondire molti argomenti che non avevo previsto.
    Silvana Bornoroni

    • alabis
      8 febbraio 2017

      Grazie , Silvana, del tuo contributo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 febbraio 2017 da in Eventi con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: